Nella sua relazione sulle cause della guerra civile americana, Marx ci dà il quadro di una realtà molto più complessa

"Nel 1920 compare 'Social Forces in American History', di Algie M. Simons, un testo di storia sociale in chiave marxista e «ortodossa». Simons prende posizione anche sulla guerra civile (21). La sua tesi è semplice. Lo sviluppo del Nord Ovest…

Commenti disabilitati su Nella sua relazione sulle cause della guerra civile americana, Marx ci dà il quadro di una realtà molto più complessa

‘La scienza è un processo transitorio’

"Come la concezione individuale del mondo, la scienza è un processo transitorio, un processo che comprende un campo limitato di esperienze. Possiamo fare delle affermazioni che abbiano un senso, solo nella misura in cui si tratta di questo processo. Dice…

Commenti disabilitati su ‘La scienza è un processo transitorio’

‘Marx ardente abolizionista’

"Not only were the methods of the South ignoble, but the end that was sought was contemptible. Marx was opposed to slavery; he was an ardent abolitionist. As early as January, 1860, he called the slave-movement started by the death…

Commenti disabilitati su ‘Marx ardente abolizionista’

‘In risposta a una borghesia sempre più nervosa, il proletariato, secondo Marx, crescerà in dimensione, in omogeneità, in miseria e in forza organizzata’

"Per molti, la chiave di simili speranze iperboliche era il concetto di proletariato. Marx sicuramente non è stato l'unico autore ad averlo appoggiato, ma lui, più che tutti gli altri, aveva lastricato la strada dalla realtà all'utopia. «I rapporti borghesi…

Commenti disabilitati su ‘In risposta a una borghesia sempre più nervosa, il proletariato, secondo Marx, crescerà in dimensione, in omogeneità, in miseria e in forza organizzata’

‘Lenin usa la formula di «deformazione» dello Stato sovietico, dovuta al peso che in esso sta prendendo la componente burocratica’

"Il concetto trockijano di «degenerazione» ha però un precedente immediato in una formula usata da Lenin quella di «deformazione». Il Lenin dell'esperienza dello Stato, il quale, come si vedrà più avanti, deve essere distinto dal Lenin della teoria pre-rivoluzionaria ed…

Commenti disabilitati su ‘Lenin usa la formula di «deformazione» dello Stato sovietico, dovuta al peso che in esso sta prendendo la componente burocratica’

‘Le successive rivoluzioni, in paesi più ricchi per popolazione e per la varietà di condizioni sociali, nei paesi dell’Oriente, presenteranno un’originalità ancora maggiore di quella della rivoluzione russa’

"Sono tra le ultime cose scritte da Lenin e hanno qualcosa di drammatico: gli appunti alle note di Sukhanov sulla rivoluzione (1). Si avverte che egli è effettivamente tormentato dalla tesi di fronte alla quale si trova («La Russia non…

Commenti disabilitati su ‘Le successive rivoluzioni, in paesi più ricchi per popolazione e per la varietà di condizioni sociali, nei paesi dell’Oriente, presenteranno un’originalità ancora maggiore di quella della rivoluzione russa’

‘Intelligente non è colui che non fa errori. (…) Intelligente è colui che non fa errori veramente sostanziali e che sa correggerli rapidamente e facilmente’

"Ma proprio nel senso che il partito presenta una struttura così unitaria che ogni mutamento di direzione nella lotta si traduce in una concentrazione ed in un raggruppamento di tutte le forze, ogni modificazione di atteggiamento si ripercuote sino al…

Commenti disabilitati su ‘Intelligente non è colui che non fa errori. (…) Intelligente è colui che non fa errori veramente sostanziali e che sa correggerli rapidamente e facilmente’

‘Lenin getta tutto il peso della sua autorità nella lotta contro le posizioni di Bogdanov, Bazarov, Lunacharskij e Suvorov’

"Nel 1908, in un'opera di cui si tende solitamente a sottovalutare il significato filosofico e l'incidenza culturale, Lenin scriveva, alludendo in particolare a Ostwald, Mach e Poincaré: «'Neppure una parola di nemmeno uno' di questi professori, capaci di produrre le…

Commenti disabilitati su ‘Lenin getta tutto il peso della sua autorità nella lotta contro le posizioni di Bogdanov, Bazarov, Lunacharskij e Suvorov’