La brutale indifferenza, l'insensibile isolamento di ciascuno nelle grandi città

"Dopo aver calcato per qualche giorno il selciato delle strade principali, dopo esser penetrati con grande fatica nel brulichio umano, tra le file interminabili di carri e carrozze, dopo aver visitato i «quartieri brutti» della metropoli, soltanto allora si rileva…

Commenti disabilitati su La brutale indifferenza, l'insensibile isolamento di ciascuno nelle grandi città

'Marx dimostrò che i funzionari pubblici cessano, in regime socialista, di essere dei «burocrati»'

"Il problema dell'organizzazione ed il problema, riflesso, dei funzionari sono stati ampiamente sviscerati e non servirebbe agli scopi della nostra analisi odierna, soffermarsi sulle diverse polemiche, sulle situazioni politiche in cui esse si collocavano: basterà qui ricordare, a grandi linee,…

Commenti disabilitati su 'Marx dimostrò che i funzionari pubblici cessano, in regime socialista, di essere dei «burocrati»'

'Intelligenza tecnico-scientifica incorporata non solo nella macchina ma anche nel lavoro'

"Tutto ciò mostra che se i ceti medi non sono una realtà unitaria sulla base della loro composizione socio-economica essi non lo sono neppure nella ricomposizione politica e in occasione del voto. Ma anche l'esperienza italiana conferma quella delle democrazie…

Commenti disabilitati su 'Intelligenza tecnico-scientifica incorporata non solo nella macchina ma anche nel lavoro'

"[La borghesia nella macchina statale] mette a posto la sua popolazione superflua (…)"

"[S]e è vero che nei 'Grundrisse' Marx esamina la socializzazione della produzione, «l'universo compatto» della produzione e della circolazione, egli non sembra mai avere dubbi sull'improduttività del lavoro riguardante le occupazioni dello Stato che rappresentano una «specie di elemosina onorevole»…

Commenti disabilitati su "[La borghesia nella macchina statale] mette a posto la sua popolazione superflua (…)"

Una tesi sullo scivolamento del marxismo verso il positivismo e lo scientismo dopo la morte di Marx

"Il Marx maturo (...) si perita sempre più di sottolineare l'importanza di uno studio scientifico dei processi indipendenti dalla volontà umana e insiste sempre più sul concetto di «necessità storica». La tensione tra questo stile di pensiero deterministico e la…

Commenti disabilitati su Una tesi sullo scivolamento del marxismo verso il positivismo e lo scientismo dopo la morte di Marx

'La banale rappresentazione non dialettica di causa ed effetto come due poli che si oppongono'

"(...) L'ideologia è un processo che viene bensì compiuto dal cosiddetto pensatore con coscienza, ma con una falsa coscienza. Le vere forze motrici che lo muovono gli rimangono sconosciute, altrimenti non si tratterebbe di un processo ideologico. Egli s'immagina dunque…

Commenti disabilitati su 'La banale rappresentazione non dialettica di causa ed effetto come due poli che si oppongono'

'La repubblica – bisognava non scordarlo – non rappresentava per i socialisti la loro ultima meta'

"E mentre svolgevano il proprio compito di promotori della lotta di classe, i socialisti erano chiamati altresì assumere un ruolo di supplenza nei confronti della Democrazia, che aveva abdicato dai propri ideali e dalla propria specifica funzione politica, ed erigersi…

Commenti disabilitati su 'La repubblica – bisognava non scordarlo – non rappresentava per i socialisti la loro ultima meta'

'Nel 1919 alla Russia rivoluzionaria è mancato l'aiuto del proletariato europeo'

"[T]utta la politica di comunismo di guerra ci era imposta dalla situazione di fortezza assediata, e di una fortezza con un'economia disorganizzata e le risorse esaurite. Potreste chiedere se ci aspettassimo di realizzare la transizione dal comunismo di guerra al…

Commenti disabilitati su 'Nel 1919 alla Russia rivoluzionaria è mancato l'aiuto del proletariato europeo'