Lenin applicava il metodo scientifico per definire tutte le forme che regolano il rapporto struttura-sovrastruttura

"Quella che l'ideologia borghese definiva «scienza politica» non era altro che una sociologia positivista e soggettiva che generalizzava i fenomeni politici e che costruiva «soggettivamente» alcune «leggi» della politica senza avere determinato scientificamente, con il criterio materialistico, il loro rapporto…

Commenti disabilitati su Lenin applicava il metodo scientifico per definire tutte le forme che regolano il rapporto struttura-sovrastruttura

Contro la guerra imperialista la parola d’ordine della disfatta, in teoria e in pratica

"Una classe rivoluzionaria non può, durante una guerra reazionaria, non augurarsi la sconfitta del proprio governo. Questo è un assioma contestato soltanto dai fautori coscienti o dagli impotenti accoliti dei socialsciovinisti. (…) La rivoluzione in tempo di guerra è la…

Commenti disabilitati su Contro la guerra imperialista la parola d’ordine della disfatta, in teoria e in pratica

Due tipi distinti di crisi delle abitazioni coinvolgono la classe operaia e rendono difficile la situazione dei lavoratori

"Innanzitutto occorre tornare sulla esistenza di due tipi distinti di crisi degli alloggi, giustamente sottolineato da Engels. La prima è specifica al sistema ed è presente, ancora oggi, in tutti i paesi capitalistici. Questa crisi degli alloggi è presente negli…

Commenti disabilitati su Due tipi distinti di crisi delle abitazioni coinvolgono la classe operaia e rendono difficile la situazione dei lavoratori

O. Barrot e Luigi Bonaparte cospirarono, assieme alle potenze assolute d’Europa, per schiacciare la repubblica romana rivoluzionaria

"Prima di chiudere questo periodo dobbiamo ancora gettare uno sguardo retrospettivo sui due poteri di cui l'uno distrusse l'altro il 2 dicembre 1851, mentre dal 20 dicembre 1848 sino alla fine dell'Assemblea costituente erano vissuti in buoni rapporti coniugali. Mi…

Commenti disabilitati su O. Barrot e Luigi Bonaparte cospirarono, assieme alle potenze assolute d’Europa, per schiacciare la repubblica romana rivoluzionaria

La rivoluzione proletaria fu il frutto, come Lenin non si stancò mai di ricordare, della concorrenza delle potenze imperialistiche e dello squilibrio mondiale da queste provocato

"E' logico che se si ritenesse possibile una dominazione superimperialistica, cioè un accordo pacifico tra tutte le potenze grandi, medie e piccole (Kautsky vedeva, invece, solo le grandi), tutta la strategia proletaria sulla questione coloniale cadrebbe a pezzi. Ma, allora,…

Commenti disabilitati su La rivoluzione proletaria fu il frutto, come Lenin non si stancò mai di ricordare, della concorrenza delle potenze imperialistiche e dello squilibrio mondiale da queste provocato

L’idea comunista, attraverso i secoli, da utopia è diventata una forza pratica con possibilità di realizzazione

"La parola «comunista», nell'ultimo secolo, è stata al centro di tante emozioni, di tanti pregiudizi, e di tante polemiche, che è necessario compiere uno sforzo consapevole e non scevro di difficoltà per esaminare in modo corretto, sereno ed obiettivo che…

Commenti disabilitati su L’idea comunista, attraverso i secoli, da utopia è diventata una forza pratica con possibilità di realizzazione

Il problema della ‘inevitabilità della guerra’. Il nesso guerra – rivoluzione

"Lenin definisce quindi chiaramente il criterio metodologico per l'analisi del fattore fondamentale che è al centro del movimento delle forze imperialistiche: «In regime capitalistico gli Stati Uniti d'Europa equivalgono ad un accordo per la spartizione delle colonie. Ma in regime…

Commenti disabilitati su Il problema della ‘inevitabilità della guerra’. Il nesso guerra – rivoluzione

La morale è una morale di classe. Quella dei lavoratori è per la difesa degli interessi futuri della propria classe

"Engels nel suo libro "Antidühring" scrive «Gli uomini, consciamente o inconsciamente, traggono le loro basi etiche, in definitiva, dalle condizioni di vita della propria classe; dalle relazioni economiche della produzione e dello scambio commerciale. La morale è sempre stata una…

Commenti disabilitati su La morale è una morale di classe. Quella dei lavoratori è per la difesa degli interessi futuri della propria classe

1918: la rivoluzione in Occidente non è e non sarà una marcia trionfale ‘a suon di urrà’

"La rivoluzione non verrà così presto come ci aspettavamo. La storia lo ha dimostrato e bisogna saperlo accettare come un dato di fatto, bisogna saper tener conto del fatto che la rivoluzione socialista mondiale non può cominciare nei paesi avanzati…

Commenti disabilitati su 1918: la rivoluzione in Occidente non è e non sarà una marcia trionfale ‘a suon di urrà’