“Si pensi per esempio a quanto dice Engels riguardo alla categoria di ‘materia’: “La materia, in quanto tale, è pura creazione del pensiero e pura astrazione. Facciamo astrazione dalle differenze qualitative delle cose ricomprendendole, in quanto esistenza corporea, sotto il concetto di materia. La materia in quanto tale, a differenza delle determinate materie esistenti, non ha dunque esistenza sensibile. Quando la scienza della natura si propone di scoprire la materia unica in quanto tale, di ridurre le differenze qualitative a differenze puramente quantitative, nella combinazione di identiche particelle infinitamente piccole, procede allo stesso modo come se in luogo di ciliege, pere, mele volesse vedere il frutto in quanto tale o, in luogo di gatti, cani, montoni, il mammifero in quanto tale e analogamente il gas in quanto tale, il metallo in quanto tale, la pietra in quanto tale, la combinazione chimica in quanto tale, il movimento in quanto tale”.” [Seve Lucien, Marxismo e teoria della personalità. Proposte per una psicologia concreta, 1973]

Chiudi il menu