La natura è il «campo d’impiego» di tutta l’attività umana, il terreno universale del processo lavorativo, comune a ogni forma di organizzazione sociale

"Verso il 1830, le fiduciose predizioni circa lo splendido futuro che, sulla base dell'industrializzazione, si preparava per il genere umano, erano già un fatto comune. Ma i sansimoniani andarono oltre, proclamando che lo sfruttamento della natura esterna ('la nature extérieure')…

Commenti disabilitati su La natura è il «campo d’impiego» di tutta l’attività umana, il terreno universale del processo lavorativo, comune a ogni forma di organizzazione sociale

‘… il proletariato in via di emancipazione non può condurre guerre coloniali…’

'Il 12 settembre 1882, Friedrich Engels così scriveva a Karl Kautsky: «A mio avviso, le colonie propriamente dette, cioè i paesi occupati da una popolazione europea (il Canada, il Capo, l'Australia), diverranno indipendenti, mentre per quanto riguarda i paesi asserviti,…

Commenti disabilitati su ‘… il proletariato in via di emancipazione non può condurre guerre coloniali…’

L’origine storica della divisione del lavoro e del suo diverso storico configurarsi in situazioni determinate non era sfuggito ai «materialisti» della Scuola scozzese della seconda metà del ‘700

"I teorici della classe borghese, di fronte agli «inconvenienti» (così essi li definiscono) del meccanismo antagonistico della produzione borghese, assumono atteggiamenti diversi. C'è chi (Smith, Ricardo) nella miseria proletaria non vede altro che «il dolore [accidentale, una sofferenza contingente] che…

Commenti disabilitati su L’origine storica della divisione del lavoro e del suo diverso storico configurarsi in situazioni determinate non era sfuggito ai «materialisti» della Scuola scozzese della seconda metà del ‘700

‘Non si può distinguere nel capitalismo un lato cattivo, il lato bellicista, aggressivo, il lato del capitalismo monopolistico, e il lato buono, espresso in quella base economico-sociale in cui si rigenera il regime della libera concorrenza’

'Passando alla fase dell'imperialismo non assistiamo alla fine di quelli che erano i caratteri della prima fase del capitalismo. Questi caratteri, questo capitalismo del primo periodo torna a operare all'interno dell'imperialismo stesso. È l'imperialismo stesso che mentre per un verso…

Commenti disabilitati su ‘Non si può distinguere nel capitalismo un lato cattivo, il lato bellicista, aggressivo, il lato del capitalismo monopolistico, e il lato buono, espresso in quella base economico-sociale in cui si rigenera il regime della libera concorrenza’

Lo Statuto di Kilenny di Edoardo III proibiva a chiunque fosse di sangue inglese di adottare la lingua o un nome o un abito irlandese; imponeva il rispetto esclusivo della legge inglese e proibiva come ‘atto di tradimento’ l’uso della legge del luogo

"... Dopo la partenza di Enrico II, nient'altro che le lotte e la debolezza delle tribù irlandesi consentono agli avventurieri di conservare 'i distretti di Drogheda, Dublino, Wexford, Waterford e Cork, che ora formano il cosiddetto 'English Pale'. Dal canto…

Commenti disabilitati su Lo Statuto di Kilenny di Edoardo III proibiva a chiunque fosse di sangue inglese di adottare la lingua o un nome o un abito irlandese; imponeva il rispetto esclusivo della legge inglese e proibiva come ‘atto di tradimento’ l’uso della legge del luogo

Ancora sulle ‘Forme economiche precapitalistiche’ di Marx

"Anzitutto, secondo il Sofri, «non esiste 'il' Marx che alcuni vorrebbero (o che tutti, ciascuno a suo modo, vorrebbero) mentre esistono 'diversi' Marx, corrispondenti non solo e non tanto a epoche diverse (il Marx giovane, quello della 'Formen', quello del…

Commenti disabilitati su Ancora sulle ‘Forme economiche precapitalistiche’ di Marx

Difficoltà incontrate dai militanti nel radicamento della Prima Internazionale in Argentina

"Quali speranze nutrono questi militanti dell'Internazionale Socialista quando decidono di stabilirsi in Argentina? Forse nel pensiero e nell'operare di Raymond Wilmart si esprime anche il sentimento degli altri. Wilmart nato in Belgio nel 1850, è un attivo componente dell'Internazionale. Arriva…

Commenti disabilitati su Difficoltà incontrate dai militanti nel radicamento della Prima Internazionale in Argentina

Il ‘Tableau économique’ di Marx «al posto di quello di Quesnay»

'L'influenza di Quesnay su Marx, come quella di Cantillon su Quesnay, è ben nota. In particolare è stata sottolineata la parentela che lega il tableau agli schemi di riproduzione del secondo libro del 'Capitale'. La discendenza è confermata da una…

Commenti disabilitati su Il ‘Tableau économique’ di Marx «al posto di quello di Quesnay»

Il pensiero sulla scuola di Engels, Mondolfo e di Gramsci

"Quando nel 1922 Rodolfo Mondolfo pubblicò il suo volume: 'Libertà della scuola. Esame di Stato', nel quale raccolse ed elaborò i principi già espressi in saggi ed articoli precedenti, le posizioni dei nazionalisti erano pienamente manifestate, i fascisti avevano portato…

Commenti disabilitati su Il pensiero sulla scuola di Engels, Mondolfo e di Gramsci